Longra Le donne del gatto coniglio in pelle a tracolla della borsa della borsa di Crossbody B

B01N029DLC

Longra Le donne del gatto coniglio in pelle a tracolla della borsa della borsa di Crossbody B

Longra Le donne del gatto coniglio in pelle a tracolla della borsa della borsa di Crossbody B
  • Materiale esterno: Cuoio
Longra Le donne del gatto coniglio in pelle a tracolla della borsa della borsa di Crossbody B

arà ricordata come l’estate del boom delle case-vacanza, ma sopratutto come l’estate della tassa sugli affitti turistici. Entrata in vigore a stagione già iniziata, la cedolare secca del 21% sugli affitti brevi ha creato scompiglio tra i proprietari delle case e i gestori dei portali web e delle agenzie immobiliari. E al primo appuntamento mensile con l’imposta - il 17 luglio scorso - qualcuno ha dato forfait.

È il caso di  Blancho Biancheria da letto delle donne [Colorful Bone] borsa di cuoio elegante di modo Borsa Turchese ComboTurchese
, di  HQYSS Borse donna Cuoio di grande capienza della spalla del messaggero borsa solido Colore Donne Crossbody Tote Bag regolabile Telefono Pochette Pacchetto 2 piece set , rose red meters white
e della  Opaco Zaino Signora Irregolare Cucitura Zaino Fulmini Forma Rhinestone Viaggi Big Bag Luminoso Colore Borsa Silver
, la Federazione italiana agenti immobiliari professionali, che non hanno versato l’imposta relativa agli affitti di giugno perché «continuiamo a trovarci nell’impossibilità tecnica di adeguarci a quanto previsto dalla manovrina perché l’agenzia delle Entrate non ha fornito indicazioni pratiche sostanziali», hanno spiegato in una nota congiunta.

Da Airbnb aggiungono che è complicato riuscire a adempiere a questo obbligo visti i tempi strettissimi: «Abbiamo in Italia oltre 120mila host ma la cedolare si applica solo alle persone fisiche al di fuori dell’esercizio dell’attività di impresa, con necessità quindi di una verifica caso per caso da parte di Airbnb: dobbiamo contattare i singoli host per capire qual è la loro posizione fiscale».

Abkürzungen

24 Luglio 2017

Commenti
N. commenti 0

24 Luglio 2017

HQYSS Borse donna Forma rotonda fresca piccola coreana PU cuoio donne spalla borsa Messenger , purple taro days blue

1

Michael Kors Jet Set Travel, Borse a secchiello Donna Rosso Bright Red

0

Subliminal Mode Tshirt Maniche lunghe Uomo Turquoise

1

Kukubird Nicola Crossbody Bag borsa Casual tutti i giorni con sacchetto raccoglipolvere Kukubird Beige

0

BARI - Il dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Bari non formerà più solo avvocati e notai, ma anche altre figure dotate di competenze giuridiche utili all’attività d’impresa, acquisite attraverso un’esperienza formativa in azienda. Queste figure saranno formate attraverso l'attivazione del nuovo corso di laurea triennale in Consulente del lavoro e Operatore di impresa, attivo dall’anno accademico 2017/2018. E’ questo uno dei risultati attesi dal Protocollo d’intesa oggi dal presidente dei Giovani Imprenditori di Confindustria Bari-BAT, Mario Aprile, e dal direttore del dipartimento di Giurisprudenza, Roberto Voza, nella sede dell’Associazione degli industriali del capoluogo pugliese.

Gli sbocchi occupazionali possono essere diversi: operatore giuridico di impresa e nelle organizzazioni di rappresentanza degli interessi collettivi ed economico-professionali (associazioni sindacali dei lavoratori e degli imprenditori, Camere di commercio, ecc.), consulente del lavoro, responsabile del personale e della gestione delle risorse umane, consulente d’azienda in materie giuridiche, esperto legale nelle pubbliche amministrazioni. Il corso abilita a sostenere (previo tirocinio) l'esame per l’iscrizione all’Ordine professionale dei Consulenti del lavoro.

«Noi siamo consapevoli della necessità di allargare la nostra offerta formativa in vista di sbocchi professionali che si aggiungono a quelli tradizionali - ha spiegato il Direttore del Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Bari, Roberto Voza -, cioè alle professioni giuridiche tradizionali che sono l’avvocatura, la magistratura e il notariato». 

«Il Protocollo - ha sottolineato il Presidente dei Giovani Imprenditori di Confindustria Bari e BAT, Mario Aprile - è frutto di una sinergia fra Confindustria e Università al fine di creare delle figure professionali che possano essere più consone alla domanda delle imprese».

  • Società Editrice il Mulino
  • Strada Maggiore 37
  • 40125 Bologna
  • +39 051 256011
  • +39 051 256034
  • [email protected]